La pappa del bimbo

La dieta del bambino nei primi sei mesi di vita è costituita dal latte materno, considerato l'alimento più appropriato e completo. Contiene tutti i principi nutritivi di cui il piccolo ha bisogno, oltre a fornirgli la giusta dose di anticorpi che vanno a formare il suo sistema immunitario.
L'allattamento è il primo gesto d'amore di una mamma verso il figlio, una necessità primordiale che dà continuità a una relazione costruita nei nove mesi di gestazione, un altro, nuovo, tipo di contatto.
Con lo svezzamento dal latte materno, che in genere comincia a partire dal 5°-6° mese, questo primo contatto non sarà più necessariamente esclusivo, ma potrà essere condiviso con il papà e il resto della famiglia.
Nel periodo che va dai 6 ai 18 mesi, la dieta del bambino si arricchirà di nuovi sapori: il bambino inizia a sperimentare i primi cibi solidi.
La necessità di variare aumenta con la crescita: tra i 18 e i 36 mesi, l'alimentazione del bambino dovrà garantire l'apporto di tutte le sostanze necessarie tenendo conto anche dei suoi gusti e di eventuali intolleranze.
Nel momento in cui il bimbo avrà imparato a stare a tavola in modo più autonomo (di solito fra i 3 e i 5 anni), il pasto non sarà più soltanto un momento in cui sfamarsi, ma anche un'occasione in cui trascorrere del tempo con la famiglia.

fonte: bimbinsalute.it